Due pollici d’avorio, numero 1, febbraio 2015

DuePolliciCover

Rivista quadrimestrale della Jane Austen Society of Italy (JASIT) riservata ai Soci
Direttore: Mara Barbuni
Ideazione grafica e impaginazione di Petra Zari
ISSN 2420-9929
Numero 1, febbraio 2015, pagg. 49

dpda-01-02La nostra casa di Chawton
SILVIA OGIER

Prima di diventare la casa-museo di Jane Austen, il Chawton Cottage ha vissuto un progressivo abbandono iniziato dopo la morte di Cassandra Austen, nel 1845. Dopo un secolo, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, solo la determinazione di un gruppo di appassionati ammiratori della grande scrittrice lo ha recuperato trasformandolo nel Jane Austen’s House Museum, da decenni il polo di attrazione di tutti coloro che desiderano conoscere «dal vivo» il contesto reale in cui è germogliato e cresciuto il genio di Jane Austen, e che ha ispirato il quadro sociale e geografico delle sue opere.


dpda-01-03Lezioni di ballo con Jane Austen
GABRIELLA PARISI

Inauguriamo con questo numero una rubrica sul ballo ai tempi di Jane Austen.
Perché era così importante da avere una parte così fondamentale in tutti i suoi romanzi? Come mai Jane Austen lo considerava una vera e propria unità di misura per delineare il carattere dei suoi personaggi (e anche delle persone di sua conoscenza)?
In questo primo numero parliamo del ballo come elemento aggregativo alla base della società, in particolare di quella del periodo della Reggenza, ed esponiamo i nostri propositi per la rubrica nei prossimi numeri della rivista.


dpda-01-04Conversazione con Liliana Rampello
INTERVISTA di MARA BARBUNI

Liliana Rampello ha pubblicato di recente un saggio che esplora i romanzi canonici austeniani. In Sei romanzi perfetti (Il Saggiatore 2014) il lettore può ripercorrere le trame del corpus canonico di Austen, e allo stesso tempo godere delle analisi puntuali di un ricchissimo sottotesto teorico. JASIT ha voluto dialogare con l’autrice per un’intervista a tutto campo sulla letteratura di Jane Austen: dai contenuti allo stile, dall’influenza sui lettori al ruolo dei suoi libri nella cultura occidentale.


dpda-01-05Oltre l’Illuminismo. La verità e il dubbio in «Ragione e sentimento», «Orgoglio e pregiudizio» ed «Emma»
MARA BARBUNI

Questo articolo si propone di esplorare i concetti di verità e di dubbio nei romanzi austeniani Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio ed Emma. Basandosi su un ampio corredo di citazioni, richiami alle trame e riflessioni sul carattere dei personaggi, l’autrice tenta un percorso analitico che dimostri l’appartenenza della letteratura di Jane Austen a una fase «intermedia» e non specifica dell’evoluzione del pensiero occidentale. Il tentativo è quello di spiegare come, pur non essendo compiutamente una scrittrice del Romanticismo, Austen sembri distanziarsi nettamente dalla filosofia settecentesca illuminista.


dpda-01-06Per voce dei fiori. La simbologia che ha ispirato il «cover design» delle Edizioni Bicentenario JASIT
PETRA ZARI

La responsabile dei progetti grafici di JASIT, Petra Zari, ci racconta in questo articolo il processo creativo che ha portato all’ideazione delle copertine delle Edizioni Speciali dei Bicentenari austeniani. L’idea di JASIT è quella di accompagnare lo scoccare dei duecento anni dalla pubblicazione degli scritti di Jane Austen con la pubblicazione delle traduzioni in italiano di Giuseppe Ierolli corredate dalle cover di Petra Zari. Il progetto è iniziato nel 2013 con Orgoglio e pregiudizio ed è proseguito nel 2014 con Mansfield Park. Per maggiori informazioni:
Orgoglio e pregiudizio: edizione JASIT per il bicentenario
Mansfield Park: edizione JASIT per il bicentenario


dpda-01-07Le radici profonde di un successo. Jane Austen e la «Merrie England»
CESARE CATÀ

Questo articolo apre una serie di scritti con cui l’autore si propone di indagare sul variegato valore della letteratura di Jane Austen e sul suo rapporto con la contemporaneità. I lettori saranno accompagnati in un percorso che metterà Austen a confronto con la settima arte, ma anche con la filosofia, con la Storia, con la cultura del paesaggio e con i contesti letterari più disparati, in uno stimolante dibattito multidisciplinare.


dpda-01-08Intervista a Lorenza Ricci e Valeria Mastroianni di «Jo March»
A CURA di JASIT

In questa intervista JASIT dialoga con le proprietarie della casa editrice di Città di Castello «Jo March», che da anni si dedica alla riscoperta di opere letterarie dimenticate e offre traduzioni in italiano di veri gioielli della letteratura. Con «Jo March» JASIT ha pubblicato Jane Austen: i luoghi e gli amici, un diario di viaggio illustrato nei luoghi austeniani composto ai primi del Novecento dalle sorelle Constance ed Ellen Hill. Rispondendo alle nostre domande Lorenza e Valeria ci parlano della loro esperienza di editrici e di janeite.


dpda-01-09Cronologia delle opere di Jane Austen
GIUSEPPE IEROLLI

Stabilire l’esatta cronologia di composizione delle opere di Jane Austen non è semplice, in quanto la documentazione è in gran parte lacunosa e spesso non permette attribuzioni temporali certe. In questo articolo vengono elencate tutte le opere conosciute, comprese quelle cosiddette “minori”, in un elenco cronologico che tiene conto sia della documentazione già ampiamente conosciuta, sia di quanto è emerso nelle ultime edizioni del corpus austeniano, compreso l’epistolario.

 

Commenta con Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*