Novità in libreria. Jane, biografia illustrata di HOP Edizioni

Jane - Ninamasina - HOP edizioni

JASIT ha il piacere di presentare un’anteprima editoriale esclusiva, tutta italiana.
Il 30 ottobre 2018 sarà disponibile online, e successivamente in libreria, Jane, una nuova biografia illustrata che si avvale delle immagini di Ninamasina ed è pubblicata da HOP edizioni, la casa editrice italiana specializzata in libri illustrati fuori dal comune e al femminile – alla quale si deve già la pubblicazione in italiano di un’opera ispirata a Jane Austen, ovvero il libro-gioco Lost in Austen di Emma Campbell Webster (2012).
Di seguito, vi invito a scoprire in anteprima con JASIT tutti i dettagli di questa preziosa novità.

Ringrazio personalmente Lorenza Tonani, appassionata direttrice editoriale di HOP Edizioni, per aver pubblicato questo bel Libro e per avermi anticipato questa novità, fornendomi il  materiale che arricchisce questo articolo.

LEGGI TUTTO

A casa di Jane Austen di Lucy Worsley

Il 26 aprile 2018, Neri Pozza pubblicherà la traduzione del saggio di Lucy Worsley, Jane Austen at Home, un’esplorazione della vita di Jane Austen attraverso i luoghi e gli spazi che abitava quotidianamente. Il saggio si intitola A casa di Jane Austen, e la traduzione è a cura di Maddalena Togliani. Il saggio si avvale di una scrittura affascinante e spiritosa, perfettamente in tono con i romanzi di Jane Austen.

LEGGI TUTTO

Lettere ad Alice che legge Jane Austen per la prima volta di Fay Weldon

Il 29 novembre 2017, ancora una volta nell’ambito delle celebrazioni per il Bicentenario della morte di Jane Austen, Bompiani ha pubblicato un piccolo gioiellino che risale al 1984, Lettere ad Alice che legge Jane Austen per la prima volta di Fay Weldon, scrittrice, drammaturga e saggista britannica che nel 1979 sceneggiò l’adattamento televisivo BBC di Pride and Prejudice (andato in onda nel gennaio del 1980).

Si tratta di un saggio in forma epistolare di “iniziazione” a Jane Austen, ispirato forse alle lettere che la stessa scrittrice inviò alla nipote Anna Lefroy. Una lettura adatta non solo a chi ama Jane Austen, ma anche a chi non l’ha mai letta, e probabilmente è refrattario a farlo.

LEGGI TUTTO

Novità editoriale: Il corpo di Jane Austen

Vi presentiamo oggi una novità editoriale molto interessante: il saggio Il corpo di Jane Austen di Roberta Grandi (Editpress, 2017).

Questo studio si sviluppa attraverso l’analisi del discorso su desiderio e repressione della carne in Austen. La critica ha spesso descritto le opere di Jane Austen come testi in cui il corpo scompare, in cui la passione tace. Eppure gli appassionati austeniani sanno quanto questo sia lontano dalla propria esperienza di lettura. In questo libro si rintraccia la presenza della fisicità nei romanzi canonici di Jane Austen dimostrandone il valore metaforico e allusivo. Di grande importanza sono in questo contesto le versioni cinematografiche dell’opera austeniana, che rendono visibile il tessuto retorico e stilistico mettendo in luce una sostanziale corrispondenza di tropi, tecniche e valori.

L’autrice, Roberta Grandi, è ricercatrice di Letteratura Inglese presso l’Università della Valle d’Aosta. Ha pubblicato articoli e saggi dedicati ai romanzi di Jane Austen, agli adattamenti cinematografici e alla fanfiction austeniana ma si occupa anche di riscritture e burlesque shakespeariani e di A.E.W. Mason. È autrice di pubblicazioni nazionali e internazionali e di una monografia, King Lear dopo Shakespeare. Adattamenti, riscritture, burlesques (1681-1860), 2013.

Scheda del libro

Il corpo di Jane Austen. Incarnazioni letterarie e filmiche tra desiderio e repressione
di Roberta Grandi
Editore: Editpress
Prima edizione: settembre 2017
Pagine: 250
ISBN: 9788897826675
Euro 18
LEGGI TUTTO

Prossimamente in libreria – Leggere Austen di Diego Saglia

Lo scorso 6 novembre, in occasione della giornata di studi organizzata dall’Università di Bologna, Subversive Jane Austen: from the critic to the reader (noi di JASIT abbiamo partecipato attivamente alla tavola rotonda finale, dedicata a “Jane Austen e i New Media”), abbiamo ricevuto in anteprima la notizia di una prossima pubblicazione, che sarà senz’altro apprezzata da tutti coloro che amano riflettere sull’opera della scrittrice di Steventon.

Il prof. Diego Saglia, attualmente professore associato di Letteratura Inglese all’Università di Parma (e uno dei relatori al convegno bolognese), sta infatti ultimando Leggere Austen, che sarà pubblicato per i tipi di Carocci Editore a febbraio 2016.

Citando la dichiarazione d’intenti del volume, «Jane Austen è oggi un fenomeno di risonanza e diffusione internazionali, parte integrante della “letteratura nell’età globale”, anche se non sempre conosciuta tramite le sue opere, quanto piuttosto grazie a varie forme di adattamento. Riportando i romanzi al centro dell’attenzione, questo libro esplora la produzione narrativa dell’autrice in relazione al contesto biografico, letterario e storico-culturale, nonché attraverso le molteplici ramificazioni del suo universo di trame, temi e personaggi.»

Aspettiamo il nuovo anno per aggiungere un altro prezioso tassello alla nostra conoscenza di Jane Austen, ma nel frattempo possiamo apprezzare la finezza della copertina, il cui richiamo alla consistenza delicata eppure fittamente e accuratamente intrecciata del tessuto richiama proprio la stessa sostanza di cui sono fatte le trame di Jane Austen.

Saglia-Leggere-Austen

Scheda del libro
Titolo: Leggere Austen
Autore: Diego Saglia
Edizioni: Carocci (Roma), Collana “Bussole”
Prima edizione: gennaio 2016
Pagine: 144
Prezzo: 12€
Leggere Austen sul sito di Carocci Editore

 

LEGGI TUTTO

La recente scoperta di una prima edizione di Emma

2440370A00000578-0-image-a-5_1419436838163Avete “qualche” risparmio da parte?
In una libreria della città di York, Lucius Books, chi può permetterselo può acquistare un vero tesoro. La bottega, che si apre lungo la pittoresca strada di Fossgate, ha messo in vendita per la modica cifra di 97.500 sterline (circa 125.000 Euro) una prima edizione di Emma che può, senza tema di smentita, essere definita “intatta”.

Il volume è un unicum di straordinario valore, perché le pagine sono raccolte in una copertina di semplice cartone: possiamo immaginare che fosse sul punto di essere spedito dal rilegatore per essere rivestito in pelle… ma dal rilegatore, a quanto pare, non ci arrivò mai.

LEGGI TUTTO