Vincitori Giveaway
Blog Tour “Welcome to Austenland”!

giveaway winnersCari Soci e Lettori,

eccoci arrivati al gran giorno del Blog Tour “Welcome to Austenland”, oggi vi sveliamo i cinque vincitori del giveaway finale, che riceveranno a casa una copia di Jane Austen: i luoghi e gli amici di Constance Hill, con le illustrazioni della sorella Ellen.
Prima di annunciare i vincitori ci preme ringraziare i dieci blogger che ci hanno ospitati in questo viaggio virtuale in Austenland:

– La Leggivendola –
– Coffee & Books –
– La Fenice Book –
– L’Ora del Libro –
– Del Furore di aver Libri –
– Bostonian Library –
– Le Mele del Silenzio –
– La Tana di una Booklover –
– Dusty pages in Wonderland –
– Peek a Book –

Banner-Welcome-to-Austenland-smallla casa editrice Jo March che ci ha supportato in questa iniziativa e, soprattutto, tutti, ma proprio tutti i partecipanti al Blog Tour che hanno condiviso con entusiasmo il giveaway. Grazie!

Ora spazio ai cinque vincitori estratti tramite il sistema di random.org. Continua a leggere

JASIT e Jo March presentano:
“Welcome to Austenland Blog Tour”

Banner-Welcome-to-AustenlandCari Soci e Lettori di JASIT,

quest’oggi vi presentiamo un’iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione con la casa editrice Jo March e pensata per voi, lettori e sostenitori della Jane Austen Society of Italy, con l’intento di premiare l’entusiasmo e la partecipazione con cui ci seguite e magari allargare il contagio positivo nel vasto oceano del web.

Sono passati quasi due anni dal 16 dicembre 2013, 238° compleanno di Jane Austen e giorno in cui la casa editrice Jo March pubblicava la prima edizione italiana di Jane Austen: i luoghi e gli amici, prezioso volume riscoperto e tradotto da noi di JASIT e diario di viaggio scritto e disegnato dalle sorelle Constance ed Ellen Hill, oggi, una testimonianza e una “guida” cara a ogni Janeite che lo abbia letto.
Certi del valore e dell’utilità dei contenuti del libro, abbiamo deciso di rinnovare il passaparola tra i lettori organizzando un vero e proprio Blog Tour coinvolgendo i blogger più sensibili al tema “Austen” e che, non dubitiamo, vi convinceranno a seguirci in questo viaggio virtuale sulle orme delle scrittrice inglese…

SIETE TUTTI INVITATI AL BLOG TOUR “WELCOME TO AUSTENLAND”! Continua a leggere

JABC – I luoghi austeniani: Jane Austen. I luoghi e gli amici – Inizio lettura

Jane Austen Book Club, di Biblioteca SalaBorsa (Bologna) e JASITNell’ambito del Jane Austen Book Club (JABC) organizzato dalla Biblioteca Salaborsa di Bologna in collaborazione con JASIT, siamo arrivati alla fine del nostro percorso alla scoperta (o riscoperta) delle opere e della vita di Jane Austen.
Dopo i romanzi canonici, letti in ordine di pubblicazione, il romanzo epistolare Lady Susan, i due incompiuti I Watson e Sanditon, e dopo aver scoperto la “vera Jane Austen” nelle Lettere, è arrivato il momento di partire per un vero e proprio viaggio in Austenland in compagnia di Constance Hill e sua sorella Ellen, rispettivamente autrice ed illustratrice della biografia Jane Austen. I luoghi e gli amici.
Il libro è stato tradotto in italiano e curato da JASIT e pubblicato dalla casa editrice Jo March.

Segnate questo appuntamento sulle vostre agende o mettete un promemoria nel telefono: tra un mese, sabato 6 giugno alle 17:00, ci troveremo nell’Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa a Bologna (Piazza Nettuno, 3) per condividere la nostra esperienza di lettura.

Vi ricordiamo che la partecipazione è aperta a tutti, libera e gratuita, fino ad esaurimento dei posti disponibili nella sala, e che l’incontro si svolge in lingua italiana.

A chi non può partecipare di persona, ricordiamo che è possibile intervenire online sulla pagina facebook del JABC, sia durante la lettura sia nel corso dell’incontro (a partire dalle 17 del giorno indicato, pubblicheremo foto e commenti), e seguendo l’account Twitter @janeaustenitaly. 
Per accompagnarvi durante la lettura, vi proponiamo di seguito alcuni strumenti di consultazione e condivisione, nonché i dettagli per partecipare e il segnalibro esclusivo JASIT.

Buonissima lettura!

Di seguito, i dettagli su come reperire il libro “Jane Austen. I luoghi e gli amici”, edito da Jo March.

Continua a leggere

Jane Austen… sul Brenta

Il prossimo 29 maggio JASIT sbarca in Riviera del Brenta!

A Dolo (in provincia di Venezia), presso la Libreria Morelli 1867,
Mara Barbuni parlerà di Jane Austen
nel corso dell’incontro Jane Austen. Cittadinanza: inglese.

Locandina Evento Dolo_piccola

La locandina dell’evento è di Petra Zari

Potremo confrontarci su Jane Austen e la Englishness delle sue opere e della sua vita, facendo riferimento anche al diario di viaggio Jane Austen: i luoghi e gli amici
(di Constance ed Ellen Hill. Tradotto da JASIT
e pubblicato dalla casa editrice Jo March nel 2013).

Jane Austen. Cittadinanza: inglese
a cura di Mara Barbuni
venerdì 29 maggio, ore 18
Libreria Morelli 1867
via Matteotti, 27 – 30031 Dolo (VE)
Per informazioni: 
info@jasit.it; morelli1867@gmail.com
La pagina Facebook dedicata all’evento

Vi aspettiamo!

Due passi per Austenland: la Londra di Jane Austen

Mappa di Londra, 1814

La città di Londra in una mappa del 1814 (fonte: mapco.net)

Leggendo le lettere e le biografie familiari, siamo consapevoli che Jane Austen non condusse affatto quella vita ritirata che ancora oggi troppo spesso viene evocata quando si parla di lei, bensì viaggiò molto, anche se non nel senso moderno del termine.
Se è vero, infatti, che non uscì mai dai confini della sua patria, è altrettanto vero che, in un’epoca in cui gli spostamenti erano più lenti e faticosi (un viaggio in carrozza metteva alla prova anche il fisico più robusto), Jane Austen non perdeva occasione per andare a trovare amici e parenti anche al di fuori della contea in cui dimorava: moltissimi sono i luoghi dell’Inghilterra in cui mise piede anche solo per pochi giorni o settimane, e che in molti casi sono diventati scenari ideali per le vicende dei suoi personaggi romanzeschi – come ricorda la biografia in forma di diario di viaggio Jane Austen. I luoghi e gli amici di Consance Hill, edita da Jo March Agenzia Letteraria, a cura di JASIT, alla quale ci ispiriamo per la nostra serie di articoli dedicati ai luoghi austeniani.
Oggi, concludiamo questa serie di articoli sulle strade di Austenland approdando alla capitale del Regno Unito, Londra.

Miss Austen cominciò presto a frequentare Londra, dato che di frequente trascorreva là alcuni giorni durante i viaggi tra lo Hampshire e il Kent.
(Constance Hill, “Jane Austen. I luoghi e gli amici”, incipit cap. XIX)

La presenza di Jane Austen a Londra è una costante della sua vita poiché ebbe molte e svariate occasioni di recarvisi e soggiornarvi nel corso degli anni, e ancora oggi i luoghi in cui andare a cercarne le tracce sono più numerosi di quanto si possa credere.

Continua a leggere

Due passi per Austenland: Winchester, la fine del viaggio

Ieri_oggi_Winchester_CollegeStNella nostra serie di post dedicata ai luoghi austeniani, Due passi per Austenland, per la quale ci siamo lasciati ispirare da Jane Austen: i luoghi e gli amici di Constance Hill (tradotto e curato da noi di JASIT e pubblicato nel dicembre 2013 dalla casa editrice Jo March), oggi andiamo a Winchester, dove le testimonianze della presenza di Jane sono molte e importanti.

Continua a leggere

Due passi per Austenland: Le Assembly Rooms di Bath

Nel leggere L’Abbazia di Northanger, si sente parlare con gran fervore ed entusiasmo delle due Assembly Rooms di Bath (1), le Upper Rooms e le Lower Rooms.
Il lettore comune, chi legge Jane Austen per la prima volta o non sia pratico di Bath, è spinto erroneamente a credere che esse si trovassero in un unico edificio: il loro nome fa pensare, infatti, a sale collocate al piano superiore e inferiore di una stessa costruzione.

Assembly Rooms, Bath

Assembly Rooms, Bath

Questa erronea convinzione, poi, sembra essere confermata in una cittadina come Bath – in cui pochissimo è cambiato dall’epoca di Jane Austen – dall’esistenza di un unico edificio, costituito di “una grande serie di appartamenti che si aprono l’uno nell’altro”. Quel che instilla il seme del dubbio è la collocazione di tali appartamenti “tutti su un livello con il cortile lastricato esterno”. (2) Continua a leggere

Due passi per Austenland: Jane Austen: i luoghi e gli amici di C. Hill, ed. Jo March, a cura di JASIT

"Jane Austen. I luoghi e gli amici", Constance Hill, 2013, Jo March, a cura di JASIT

Il prossimo 16 dicembre, tutto il mondo si prepara a festeggiare il compleanno di Jane Austen. In questo 2013, che ci ha già regalato un altro compleanno austeniano di massima importanza, il Bicentenario della pubblicazione di Orgoglio e pregiudizio, vi proponiamo di festeggiarlo con una novità editoriale in cui tutti noi cofondatori di JASIT siamo direttamente coinvolti.
Grazie alla collaborazione con Jo March Agenzia Letteraria, JASIT vi presenta Jane Austen: i luoghi e gli amici di Constance Hill, una biografia in forma di diario di viaggio che uscirà proprio il 16 dicembre, in omaggio alla geniale scrittrice di cui si celebrano i 238 anni dalla nascita.

Si tratta di una biografia davvero originale e molto piacevole da leggere perché è frutto del lavoro di Constance Hill e sua sorella Ellen che, prima di essere rispettivamente scrittrice e illustratrice, sono innanzitutto due ferventi ammiratrici di Jane Austen  che un giorno del 1901 decidono di partire per un pellegrinaggio letterario, armate di penna e matita e di molta curiosità, alla ricerca delle tracce terrene della loro autrice preferita.

Fin dalle prime righe, si percepisce chiaramente che a raccontare questa esperienza sono proprio “due di noi”, animate dal piacere della scoperta sul campo ma anche dallo scrupolo di seguire con precisione i passi della loro beniamina. Non a caso, a indicare loro la strada, dal natio Hampshire all’ultima dimora a Winchester, Constance Hill prende a riferimento le Lettere e le opere di Jane ma anche la “madre di tutte le biografie” austeniane, cioè quel Ricordo di Jane Austen che il nipote James Edward Austen-Leigh diede alle stampe nel 1870, portando finalmente in piena luce la figura della grande scrittrice rimasta, fino a quel momento, avvolta nell’ombra del più stretto riserbo.

Continua a leggere