Novità: Sei romanzi perfetti. Su Jane Austen di Liliana Rampello, ed. Il Saggiatore

Sei romanzi perfetti. Su Jane Austen, di Liliana Rampello, ed. Il Saggiatore

I romanzi perfetti di cui parla questo titolo accattivante sono, com’è facile intuire, i sei romanzi canonici di Jane Austen. Ad essi e alla loro geniale autrice, Liliana Rampello dedica questa appassionata analisi, partendo dalla domanda cruciale che tutti, prima o poi, si pongono una volta conquistati dalla malia di questi gioielli letterari: perché, dopo più di due secoli, sono ancora (e sempre più) amati da schiere di lettrici e lettori in tutto il mondo?

Come ben raccontano le note della casa editrice, “seguendo questo filo, l’autrice sottolinea come, nel secolo in cui Goethe inventa il romanzo di formazione maschile, Jane Austen compia una mossa inedita, abbandonando la figura dell’eroina tradizionale, che ha per lo più una funzione passiva, e proponendo quella di una giovane donna che, grazie a relazioni significative, è sempre più consapevole della sua condizione e riesce a essere padrona del proprio destino.” Ed è per questo che si può affermare come “la più originale invenzione di Jane Austen” sia proprio “il romanzo di formazione femminile“.

Il libro esce oggi, 28 agosto, edito da Il Saggiatore. Di seguito, tutti i dettagli.

Sinossi
Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio, Mansfield Park, Emma, L’abbazia di Northanger, Persuasione: sono i sei «romanzi perfetti» scritti da Jane Austen tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. Come mai, dopo più di due secoli, sono ancora amati in tutto il mondo da migliaia di lettrici e di lettori? Qual è il piacere sottile che si sprigiona dalla sua prosa?
Liliana Rampello ripercorre, con una scrittura chiara e accessibile, l’intero universo narrativo della scrittrice focalizzandosi sui tre snodi centrali dell’architettura del romanzo classico: personaggio, trama, spazio. Seguendo questo filo, l’autrice sottolinea come, nel secolo in cui Goethe inventa il romanzo di formazione maschile, Jane Austen compia una mossa inedita, abbandonando la figura dell’eroina tradizionale, che ha per lo più una funzione passiva, e proponendo quella di una giovane donna che, grazie a relazioni significative, è sempre più consapevole della sua condizione e riesce a essere padrona del proprio destino. Anche le trame e gli spazi letterari subiscono un profondo mutamento: secondo la tradizione shakespeariana, per cui il dialogo è un vero e proprio motore narrativo, la conversazione tra le protagoniste austeniane si fa azione con le parole, in grado di cambiare il corso della storia individuale e collettiva. In tutti e sei i romanzi, Elizabeth, Emma e le altre si muovono in ambienti conosciuti, in salotto e in giardino, nella casa paterna e in quella maritale, in città e in campagna, dentro una geografia fisica che si fa geografia morale: qui la loro formazione non si struttura più, come nella tradizione maschile, come un’«avventura dell’io», ma come una «trasformazione di sé» in relazione all’altro.

Biografia
Liliana Rampello, critica letteraria e saggista, ha insegnato Estetica all’Università di Bologna. Vive e lavora a Milano come consulente editoriale. Tra le sue pubblicazioni, La grande ricerca. Saggio su Proust (Pratiche, 1994) e Il canto del mondo reale. Virginia Woolf. La vita nella scrittura (il Saggiatore, 2005). Per il Saggiatore ha curato anche la raccolta di saggi di Virginia Woolf Voltando pagina. Saggi 1904-1941 (2011).

Scheda del libro
Sei romanzi perfetti. Su Jane Austen
di Liliana Rampello
Brossura, 208 pagg.
Il Saggiatore, Collana: La piccola cultura
Prima edizione: 28 agosto 2014
ISBN 9788842820376

Link Utili
Pagina dedicata a Sei romanzi perfetti. Su jane Austen sul sito di Il Saggiatore

 

Commenta con Facebook

Print Friendly, PDF & Email

3 pensieri su “Novità: Sei romanzi perfetti. Su Jane Austen di Liliana Rampello, ed. Il Saggiatore

  1. Pingback: Il tempo di leggere » LunedìLink 2014 (13)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*