“I Janeites” di Rudyard Kipling

Il 6 luglio 2017 è stata pubblicata da Elliot l’edizione italiana del racconto “I Janeites” di Rudyard Kipling, a cura e con traduzione di Giuseppe Ierolli.

Scheda del libro
I Janeites (Il club di Jane Austen) 
di Rudyard Kipling
Cura e traduzione di Giuseppe Ierolli
Casa Editrice: Elliot
Collana: Lampi
Formato: Brossura
Pagine: 46
7,50 Euro
Data pubblicazione: 6 luglio 2017
ISBN: 9788869934315

Nota editoriale

Nell’autunno del 1920, due ex militari inglesi si ritrovano a chiacchierare su come sono sopravvissuti alla guerra. Humberstall è un parrucchiere “saltato in aria due volte”, con “gli occhi da cane da riporto un po’ confuso” e racconta ad Anthony, un tassista piccolo, scuro e con la gobba, del suo provvidenziale incontro con due commilitoni appassionati di Jane Austen, a lui completamente ignota, membri di una società segreta fondata in suo onore, i Janeites. Nel corso della narrazione, tutta pervasa da un fine umorismo, i romanzi dell’autrice – chiamata sempre e solo “Jane”, a rimarcarne la grandezza – diventano un antidoto agli orrori della guerra, un escamotage per riuscire a guardare oltre, verso un futuro monotono e bello. “Credetemi, fratelli, non c’è nessuno pari a Jane quando ti trovi in una brutta situazione. Dio la benedica, chiunque sia stata”, afferma Humberstall, e possiamo presumere che Kipling fosse il primo a sposare questa convinzione. Nel 1917, provato dal recente lutto del figlio disperso nel conflitto, era solito leggere ad alta voce alla moglie e alla figlia proprio i romanzi di Jane Austen, autrice di cui scrisse “più la leggo più l’ammiro, la rispetto e m’inchino a lei”.

Commenta con Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*