I musical che hanno allietato il nostro lockdown

Uno dei momenti più gioiosi e divertenti del lockdown per i janeites di tutto il mondo è stato senz’altro quello in cui ci siamo recati virtualmente a Broadway per assistere su Streaming Musical prima a Pride & Prejudice – A New Musical  e poi a Emma – A New Jane Austen Musical.
Entrambi firmati interamente (sia per le musiche che per i testi) da Paul Gordon (già premiato con il Tony Award per il musical Jane Eyre), questi due eventi hanno costituito dei momenti di aggregazione per gli estimatori di Jane Austen di tutto il globo.

Mary Mattison (Elizabeth Bennet) e Taylor Crousore (Mr. Wickham)

Il primo evento si è svolto nella settimana santa, il 10 e l’11 aprile 2020, con un’autentica première per tutto il mondo a partire dalle ore 18,30 del 10 aprile fuso orario della East Coast americana (che corrisponde alle 00,30 dell’11 aprile ora italiana), con repliche alle 04,30 e alle 15,00 ora italiana.

Melissa Wolfklain (Mary Bennet), Mary Mattison (Elizabeth Bennet), Heather Orth (Mrs. Bennet), Chanel Tilghman (Kitty Bennet) e Tara Kostmayer (Lydia Bennet)

Lo spettacolo è stato trasmesso in streaming ed era visibile sul sito, su YouTube e sulla pagina facebook di Streaming Musical, su cui si poteva interagire con gli altri spettatori lasciando commenti (che purtroppo, però, sono stati cancellati a spettacolo finito).
Il musical è stato registrato al TheatreWorks Silicon Valley di Palo Alto, California (vincitore del Tony Award), dove è stato in cartellone dal 4 dicembre 2019 al 4 gennaio 2020 e ha stabilito il record di tutti i tempi ai botteghini. La produzione era diretta dal direttore artistico della fondazione TheatreWorks, Robert Kelley, e coreografato da Dottie Lester-White.

Justin Mortelliti (Mr. Darcy). Sullo sfondo Mary Mattison e Monique Hafen Adams (Caroline Bingley)

Ventinove brani musicali tutti molto vari e ispirati al testo di Jane Austen si sono susseguiti, interpretati dalle voci di Mary Mattison (Elizabeth Bennet), Justin Mortelliti (Mr. Darcy), Sharon Rietkerk (Jane Bennet), Travis Leland (Mr. Bingley), Dani Marcus (Charlotte Lucas/Georgiana Darcy), Brian Herndon (Mr. Collins/Mr. Gardiner), Lucinda Hitchcock Cone (Lady Catherine De Bourgh / Mrs. Gardiner) e molti altri. Una menzione speciale va fatta a Melissa Wolfklain (Mary Bennet), che con i suoi commenti tra una scena e l’altra fungeva da ironica narratrice.

Le cinque sorelle Bennet in ordine di età: Sharon Rietkerk (Jane), Mary Mattison (Elizabeth), Melissa Wolfklain (Mary), Chanel Tilghman (Kitty) e Tara Kostmayer (Lydia)

Il sipario si apre sul brano Happiness in marriage, un  brano corale che vede gli abitanti di Longbourn pronti ad accogliere uno scapolo in possesso di un’ampia fortuna che – è una verità universalmente riconosciuta – ha bisogno di una moglie.

Mary Mattison

Poi è Elizabeth Bennet a presentarsi con il brano Headstrong (un brano che verrà ripreso più avanti con un testo di tutt’altro tenore dopo che avrà ricevuto la lettera di Mr. Darcy – che interloquirà con lei a distanza).

Justin Mortelliti e Mary Mattison

Ci sono numerosi brani notevoli, come A Man of My Acquaintance, interpretato a più riprese da Jane Bennet (Sharon Rietkerk), Bravado (in cui Mr. Darcy – Justin Mortelliti – esordisce con un I like her eyes che fa scoppiare a ridere tutto il pubblico), Last Woman on Earth (in cui Elizabeth rifiuta la proposta di Mr. Collins – “No, Mr. Collins”, canta), ma sopra a tutti spicca il brano Her Ladyship’s Praise, interpretato da Lucinda Hitchcock Cone (con piccoli interventi di Mary Mattison), che chiude la prima parte dello spettacolo presentando una Lady Catherine de Bourgh perfetta (They all need Her Ladyship’s praise, the doctors, the lawyers, the bankers, the peasants; tutti hanno bisogno dell’approvazione di Lady Catherine, qualunque sia la loro posizione sociale).

Lucinda Hitchcock Cone (Lady Catherine De Bourgh)

È molto probabile che Her ladyship’s praise diventerà un brano molto utilizzato per le future audizioni, visto che è un brano istrionico che mette in luce sia capacità recitative che canore.
I cantanti sono tutti molto dotati – Travis Leland (Mr. Bingley) ha addirittura un’impostazione lirica – ma sono anche molto chiari nello scandire i versi delle canzoni, prerogativa fondamentale per dei cantanti di musical.

Justin Mortelliti

Uno dei punti di forza di questa produzione è la regia, perché la scena è sempre gestita in modo impeccabile e i movimenti degli personaggi in scena sono sempre appropriati e sincronizzati, sia da soli che in collettività. Fondamentali anche la fotografia, che è molto accurata e permette di scattare istantanee virtuali efficaci praticamente in ogni momento dello spettacolo, e la scenografia, che pur avvalendosi di molte proiezioni oltre che agli elementi fisici presenti in scena, è sempre molto ricca e di effetto.

Forse le coreografie sono piuttosto ridotte per essere un musical. Ci si sarebbe aspettati almeno qualche scena più imponente e corale con contraddanze, almeno in occasione del ballo di Meryton e di quello di Netherfield, ma questo avrebbe forse costretto Paul Gordon a scrivere dei brani da danzare oltre alle già numerose e variegate canzoni.

Travis Leland (Mr. Bingley) e Sharon Rietkerk

Una strana coincidenza ha fatto sì che l’attrice che interpretava Jane Bennet (Sharon Rietkerk) fosse in dolce attesa proprio come accadeva alla Jane Bennet di Pride and Prejudice BBC 1995, Susannah Harker.

Dopo il grande successo di Pride and Prejudice, Streaming Musicals ha deciso di riproporre in streaming quella che era già una produzione di successo risalente al 2018, Emma, A New Jane Austen Musical, in una versione moderna (l’abbigliamento era stile anni ’50/’60); anche se, come abbiamo appreso durante l’intervallo, grazie al racconto di Dani Marcus (l’attrice che interpretava Harriet Smith) questo musical di Paul Gordon ha avuto diverse produzioni a partire dal 2006, tutte in costume ottocentesco tranne quest’ultima.

Timothy Gulan (Mr. Knightley) e Kelli Barrett (Emma Woodhouse)

In effetti, non si tratta di un vera e propria produzione teatrale, ma di un ibrido tra un film musicale e un’opera teatrale, concepita proprio per essere diffusa in streaming, con scene cantate dal vivo e filmate nell’arco di due settimane in un teatro senza pubblico, e poi tagliate e montate proprio come se si trattasse di un film, con un cast che la Marcus definisce Emma All Stars, con i migliori interpreti delle varie produzioni degli anni precedenti, e con la bellissima e carismatica Kelli Barrett nel ruolo di Emma.
La regia è stata curata da Tim Kashani e Kent Nicholson, le coreografie da Wendy Seyb.

Lauren Cohn (Miss Bates), Richert Easley (Mr. Woodhouse) e Kelli Barrett

Lo spettacolo è andato in onda il 7 maggio 2020, in tre orari differenti, ovvero, all’1,00, alle 4,00 e alle 20,00 ora italiana (corrispondenti alle 19,00 del 6 maggio della East Coast degli Stati Uniti, alle 19,00 del 6 maggio della West Coast degli Stati Uniti e alle 19,00 del 7 maggio, ora di Greenwich).

Brian Herndon (Mr. Elton), Kelli Barrett, Don Richard (Mr. Weston) e Will Reynolds (Frank Churchill)

Nel cast, oltre alla già citata Kelli Barrett (Emma Woodhouse), compaiono Timothy Gulan (Mr. Knightley), Dani Marcus (Harriet Smith), Lauren Cohn (Miss Bates), Brian Herndon (Mr. Elton), Richert Easley (Mr. Woodhouse), Sharon Reitkerk (Jane Fairfax), Will Reynolds (Frank Churchill), Adam Daveline (Robert Martin), Don Richard (Mr. Weston), Pamela Winslow Kashani (Mrs. Weston), Caitlin Brooke (Mrs. Elton / Mrs. Bates / Katherine Martin).

In prima fila da sinistra: Dani Marcus (Harriet Smith), Kelli Barret e Brian Herndon; in seconda fila (seminascoste): Lauren Cohn (Miss Bates) e Pamela Winslow Kashani (Mrs. Weston); dietro: Richert Easley (Mr. Woodhouse). Timothy Gulan e Don Richard (Mr. Weston)

I brani musicali sono venti, ma mancano della varietà che ci aveva fatto amare il Paul Gordon di Pride and Prejudice, e ci sono addirittura alcuni brani che vengono ripetuti, come nel caso di The Portrait, interpretato da Brian Herndon (Mr. Elton) e Timothy Gulan (Mr. Knightley) nella parte iniziale del musical, e Stranger Things Have Happened, interpretata da Kelli Barret (Emma) e Dani Marcus (Harriet Smith) sul finale, che hanno precisamente la stessa melodia, ma un testo differente.

Kelli Barrett e Timothy Gulan

Forse il miglior brano è Emma, interpretato da Timothy Gulan (Mr. Knightley), che ci fa perdonare all’attore di non essere un Mr. Knightley più affascinante. Del resto, Gulan ha partecipato a più di una delle produzioni del musical dal 2006 al 2018.

Kelli Barrett e Dani Marcus

Durante lo spettacolo abbiamo notato che alcuni personaggi erano interpretati da attori comuni a Pride and Prejudice the Musical.
– Dani Marcus (Harriet Smith) in Pride and Prejudice era Charlotte Lucas;
– Brian Herndon (Mr. Elton) in Pride and Prejudice interpretava sia Mr. Collins che Mr. Gardiner;
– Sharon Reitkerk (Jane Fairfax) in Pride and Prejudice era Jane Bennet (questa volta senza pancione).

Brian Herndon e Caitlin Brooke (Mrs. Elton)

Oltre a Emma e a una brillantissima Harriet Smith (uno dei brani migliori è sicuramente Mr. Robert Martin, interpretato principalmente da lei), sicuramente un altro personaggio che si è fatto notare è stato il Robert Martin di Adam Daveline. Un po’ timido e balbuziente nei suoi panni, è apparso piuttosto ridicolo e divertente, per tirare fuori all’improvviso una magnifica voce; ripetendosi poi nel ruolo muto del cameriere al ballo, in cui guardava imbarazzatissimo Emma che si abbuffava per non dover assistere all’umiliazione di Harriet da parte di Mr. Elton.

Dani Marcus e Adam Daveline (Robert Martin)

Abbiamo trovato questa produzione un po’ penalizzata dalla scelta dei costumi, che sembrano paradossalmente invecchiare anziché modernizzare l’insieme.
Sebbene sia stato un po’ deludente rispetto alla frizzante varietà di Pride and Prejudice, anche Emma – A New Jane Austen Musical è stato sicuramente un appuntamento fondamentale per alleviare gli spiriti dei janeite e di coloro che apprezzano il musical all’inizio della fase 2 del lockdown.

In prima fila Adam Daveline (Robert Martin) e Dani Marcus (Harriet Smith); dietro: Kelli Barrett, Sharon Reitkerk (Jane Fairfax) e Will Reynolds (Frank Churchill)

Per chi avesse perso entrambi o uno solo degli appuntamenti con i musical o volesse rivederli una o più volte, Streaming Musical dà l’opportunità di noleggiare per alcuni giorni o di acquistare l’accesso illimitato sia a Pride and Prejudice che a Emma.
Troverete tutte le informazioni sulle pagine di Streaming Musical:

 

 

Commenta con Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*