Pride and Prejudice: duecento anni di copertine

Il 13 febbraio 2013 su uno dei blog collegati al New York Times: “Arts Beat” è apparso un articolo di Janine Barchas: “The 200-Year Jane Austen Book Club” con una serie di slide che ripercorrono la storia delle copertine di “Pride and Prejudice” nel corso di più di un secolo.
Di seguito, la traduzione delle slide con le immagini delle copertine.

**********

Anche quando si avvicina alle vette più alte della letteratura, la gente giudica i libri dalla copertina, e le copertine possono essere particolarmente importanti quando riguardano i classici. Dopo tutto, molti di noi hanno una conoscenza generale, se non una profonda familiarità, con il loro contenuto. Anche se “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen continua a circolare nel sobrio nero dei Penguin Classics, specialmente nelle scuole, recentemente è stato ripubblicato in vesti piene di colori abbaglianti. Quello che segue è un piccolo campione delle molte edizioni del romanzo da parte di editori diversi nel corso degli ultimi duecento anni.

20130218-img01

La Peackock Edition

Pubblicata a Londra nel 1894, quando lo status di Jane Austen nel canone letterario era ormai consolidato, questa cosiddetta “Peacock edition” è forse la più ricercata di tutte le ristampe di “Orgoglio e pregiudizio”. È diventata talmente un’icona nel suo genere, che appare su T-shirt e borse a tracolla. Il popolare stile barocco delle illustrazioni di Hugh Thomson, usato in precedenza in un romanzo di Elizabeth Gaskell, divenne famoso in commercio come “Cranfordizzazione”. Al giorno d’oggi, l’ondata sempre crescente di “libri belli a vedersi” imita spesso questo celebrato modello di libro-regalo del culmine dell’età vittoriana.

20130218-img02La ristampa economica vittoriana

Molti editori del diciannovesimo secolo riciclavano le copertine per rendere più visibile il proprio marchio senza spendere troppo. In questa edizione del 1880, “Orgoglio e pregiudizio” era unito a “L’abbazia di Northanger” e stava sugli scaffali insieme a manuali di giochi da salotto e a famose biografie, rilegato in modo identico. Questa copia in particolare godette di una sorprendente longevità; nell’ex-libris si legge: “American Library Association, Soldiers and Sailors Camp Library” (Associazione delle Biblioteche Americane, Biblioteca da campo per soldati e marinai), rendendola una sopravvissuta tra quei libri forniti ai militari durante la prima guerra mondiale. Il racconto “The Janeites” di Rudyard Kipling, racconta di soldati uniti nella lettura di Jane Austen, che leggevano proprie queste copie di libri forniti dalle biblioteche da campo.

20130218-img03I tascabili degli anni ’40

Quando un biglietto del cinema costava venti centesimi e un libro rilegato circa due dollari, l’imprenditore di New York Robert de Graff lanciò le edizioni economiche a venticinque centesimi. “Orgoglio e pregiudizio” fu uno dei primi esempi dell’innovativa serie dei “Tascabili”, che, a partire dal 1944, vendette nelle edicole cento milioni di volumi. Questa copertina fa forse un paragone tra la storia di divisione sociale, impersonata nel corteggiamento di Elizabeth da parte di Darcy, e le differenze razziali? Una nota nella quarta annuncia al lettore soddisfatto che può restituire la copia all’editore in cambio di un buono da venticinque centesimi per acquistare una “edizione più permanente” rilegata, e considera questo tascabile come un “inizio con Jane”.

20130218-img04Il legame con i film

Il film “Orgoglio e pregiudizio” del 1940, con Laurence Olivier e Greer Garson, fu il primo adattamento hollywoodiano di un romanzo di Jane Austen. Una serie di editori si affrettò ad approfittare del successo di Hollywood con nuove copertine che rappresentavano scene del film. La cosa si ripeté nel 1995, dopo l’enorme successo della mini-serie della BBC con Colin Firth e Jennifer Ehle. Al giorno d’oggi, le copertine dei libri mescolano abitualmente i celebri personaggi austeniani con famosi attori e attrici.

 

20130218-img05Letteratura per ragazzi

Prima che i termini”teenager” o “mercato di nicchia” diventassero comuni, le cosiddette edizioni per giovani, come questa edizione di “Orgoglio e pregiudizio” del 1946 della Foulsham’s Boy and Girl Fiction Library, erano indirizzate a lettori giovani sia nel contenuto che nella confezione. Il grigio-azzurro della copertina è perfettamente neutrale dal punto di vista del genere,e l’immagine è pensata per i giovani, senza tuttavia escludere gli adulti. La sovraccoperta, che promette una “convenienza eccezionale” era indirizzata ai genitori. In questa serie “Orgoglio e pregiudizio” è in compagnia di “The Water Baby” [di Charles Kingsley], “What Katy Did” [di Susan Coolidge], “The Swiss Family Robinson” [di Johann David Wyss, tradotta dal tedesco] e “Black Beauty” [di Anna Sewell], accanto a “Cranford” [di Elizabeth Gaskell] e a “A Tale of Two Cities” [“Le due città”, di Charles Dickens].

20130218-img06Il tascabile degli anni ’60

Gli anni ’60 furono un’età dell’oro per i tascabili, testimoniato dalla famosa “Paperback Writer” dei Beatles. Riguardo in particolare a “Orgoglio e pregiudizio”, è probabile che anche il numero crescente di donne che frequentavano l’università favorì nuove edizioni da parte di Dell, Fawcett, Washington Square, Signet, Collier, Scholastic, Minster, Everyman, Penguin e altri. Le molte ristampe del periodo offrivano innumerevoli Jane Austen, da una “Jane Austen istituzionale” a una “Jane Austen psichedelica”. Questo tascabile dell’inizio di quegli anni, edito da Paul Elek, si inserisce in quel filone con un “Orgoglio e pregiudizio” simile a un romanzo sentimental-popolare.

20130218-img07Jane Austen per gli Americani

I versi in copertina recitano: “La mamma è in cerca di un marito – Ma le ragazze vanno a caccia dell’amore…” Libera dall’accuratezza storica nei costumi e nello scenario, questa edizione Tot mostra Darcy che bacia la mano di Elizabeth, circondato da rose in boccio e da un recinto bianco. L’abito rosa di Elizabeth sembra perfetto per una messa in scena scolastica di “Via con vento”.

 

 

 

20130218-img08Narrativa cristiana

No, non vi siete persi un altro adattamento cinematografico. Questa “Insight Edition” non è legata a un film. Piuttosto, la confezione del libro somiglia a una specie di romanzo sentimentale cristiano per ragazze, che considera Jane Austen “irreprensibile”. Storie d’amore del genere si svolgono sia nella pudicizia del passato, sia in scenari contemporanei come i villaggi Amish. In questa edizione, le note riguardanti “Temi della Fede” sono contrassegnate da una croce.

 

 

20130218-img09Graphic Novel

Nel 2009, la Marvel ha cercato di attirare le giovani donne versoi fumetti pubblicando “Orgoglio e pregiudizio” nella forma di “graphic novel”. La copertina minimizza, in modo un po’ ingannevole, la connotazione sexy dell’interno. All’esterno, una compita figura simile a Keira Knightley, disegnata da Sonny Liew, mostra un’immagine da rivista per teenager. All’interno, l’illustratore Hugo Petrus caratterizza Lizzy Bennet come una bonazza voluttuosa, abbronzata e con sensuali labbroni. Il successo dell’operazione ha spinto la Marvel ad adattare “Ragione e sentimento” nel 2010, “Emma” nel 2011 e “L’abbazia di Northanger” nel 2012.

20130218-img10Copertina scandalosa

La più provocante tra le copertine di “Orgoglio e pregiudizio” è quella di un’edizione per Kindle della Vexin Classic, che, inesplicabilmente, mostra Lady Godiva a cavallo. Sarà forse la povera Jane Bennet durante la sua cavalcata a Netherfield? Non c’è da meravigliarsi che si sia buscata un raffreddore. La cosa davvero preoccupante è che è pubblicizzata come una “Edizione completamente illustrata”.

 

20130218-img11Romanzo sentimentale per teenager

Dopo l’epico successo della saga di “Twilight”, la HarperTeen ha rivestito “Orgoglio e pregiudizio” di un morbido nero e di un rosso che echeggia il marchio di Stephen Meyer. La copertina lucida di questo “Orgoglio e pregiudizio” integrale e comunque inalterato, vanta L’AMORE CHE DÀ INIZIO A TUTTO. Le versioni successive rendono più chiara l’allusione visiva, aggiungendo, “Prima di Bella e Edward”. A differenza delle precedenti copertine per “young adult”, queste scavalcano i genitori e definiscono direttamente Jane Austen come lettura per teenager, come se fosse un “prequel” di “Twilight”.

20130218-img12Falso Pulp

In questa “falso pulp” edizione di “Orgoglio e pregiudizio”, appare un Darcy a petto nudo (sosia di Colin Firth), con una sigaretta penzolante con noncuranza dalle labbra. Questo tascabile, un’edizione integrale del romanzo di Jane Austen, falsifica la sua età con un’estetica da anni ’50, pagine bordate di rosso e finti segni d’uso. Fa parte della collana “Pulp! The Classics”, che riconfeziona grandi classici come se fossero “pulp fiction”.

Commenta con Facebook

Print Friendly, PDF & Email

1 pensiero su “Pride and Prejudice: duecento anni di copertine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*