Due pollici d’avorio, Numero 8 – Anteprima

Tra un mese esatto, il prossimo 15 giugno, i Soci della Jane Austen Society of Italy riceveranno l’ottavo numero di Due pollici d’avorio, la rivista dell’associazione.

È questa una pubblicazione alla quale teniamo molto, grazie alla presenza di ospiti di livello straordinario e a un’anteprima davvero molto interessante. In qualità di vero e proprio Numero del bicentenario (la data esatta infatti è il 18 luglio, anniversario della morte di Jane Austen) vi troverete tanti contributi, anche molto innovativi, sull’eredità di Jane Austen nel mondo contemporaneo: dalle multiformi riletture alle versioni visuali, dal messaggio sociale e civico fino all’esplorazione di zone della scrittura austeniana ancora poco note.
Ecco dunque l’anteprima degli articoli presenti:
Continua a leggere

Due pollici d’avorio di carta. Volume annuale 2016

Cari Soci e lettori, lo scorso anno abbiamo riunito i tre Numeri della nostra rivista, Due pollici d’avorio, pubblicati nel 2015, in un unico volume a colori, in formato cartaceo.
In considerazione dell’affetto e dell’entusiasmo suscitati da questa iniziativa, abbiamo deciso di ripeterla, offrendovi il volume cartaceo che raccoglie i tre Numeri del 2016, le cui anteprime potete leggere (o rileggere) qui:

Numero 4 (febbraio 2016): http://www.jasit.it/due-pollici-davorio-numero-4-febbraio-2016/
Numero 5 (giugno 2016): http://www.jasit.it/due-pollici-davorio-numero-5-giugno-2016/
Numero 6 (ottobre 2016): http://www.jasit.it/due pollici-davorio-numero-6-ottobre-2016/

Se desiderate ricevere a casa il volume cartaceo Due pollici d’avorio 2016, comunicatecelo, inviando un’email a info@jasit.it. Come l’anno scorso, potrete ottenerlo a fronte di una donazione che sosterrà le spese di stampa e spedizione nonché l’attività sociale. La donazione ammonta a:

15,00 € per i Soci JASIT (valido per i Soci 2016 e 2017)
25,00 € per tutti i non Soci
(Nei costi è incluso il prezzo dell’invio postale del volume)

COME RICHIEDERE IL VOLUME CARTACEO DUE POLLICI D’AVORIO 2016

Scrivere un’email a info@jasit.it specificando in oggetto “Richiesta copia cartacea Due pollici d’avorio 2016”. Nel corpo dell’email, indicare il proprio nome e cognome, se si è soci di JASIT anche il numero di tessera, il numero di copie che desiderate, il tipo di pagamento che avete utilizzato (bonifico bancario, bollettino postale, Paypal) e l’indirizzo postale cui inviare il volume. Vi risponderemo appena possibile per confermare la presa in carico dell’ordine.
I dati per il versamento (IBAN, c/c/postale, modalità PayPal) li trovate nella pagina dedicata alle iscrizioni.

Vi ringraziamo per il vostro sostegno e vi auguriamo buone letture!

Il Consiglio Direttivo JASIT

Pubblicato oggi il Numero 7 di Due pollici d’avorio, la rivista di JASIT

Oggi, 15 febbraio 2017, i Soci della Jane Austen Society of Italy ricevono il settimo numero di Due pollici d’avorio, la nostra rivista letteraria quadrimestrale, che comincia il suo terzo anno di attività. In ricordo del bicentenario della morte di Jane Austen, la copertina di quest’anno è dedicata alla cattedrale di Winchester, dove la scrittrice è sepolta.
Ecco l’elenco degli articoli che potete leggere in questo numero:

Continua a leggere

Due pollici d’avorio Numero 7. Anteprima

Tra un mese, i Soci della Jane Austen Society of Italy riceveranno il settimo numero di Due pollici d’avorio, la nostra rivista letteraria quadrimestrale, che comincia il suo terzo anno di attività. Ecco l’elenco degli articoli che potrete leggere nella prossima uscita:

Continua a leggere

Anteprima: appuntamenti JASIT per il 2017

Oggi, 16 dicembre, in tutto il mondo si ricorda l’anniversario della nascita di Jane Austen, che venne alla luce a Steventon, nello Hampshire, nel 1775.
La Jane Austen Society of Italy celebra questo compleanno svelando ai Soci e ai lettori i suoi progetti per il 2017 – una nutrita serie di eventi e di incontri che, speriamo, costituiranno una piacevole occasione per ritrovarci e per parlare di Jane Austen e dei suoi libri, nell’anno del bicentenario della sua morte.

Continua a leggere

Ragione e Sentimento edizione speciale Bicentenario – Un’esclusiva JASIT

ragione-e-sentimento-200-copertinaIl 2011 è stato un anno importante perché ha aperto la stagione dei Bicentanari austeniani che culmineranno tra il 2017 e il 2018, con il ricordo della morte dell’autrice e la pubblicazione postuma degli ultimi due romanzi canonici, L’Abbazia di Northanger e Persuasione, che furono pubblicati nel dicembre del 1817 ma con frontespizio datato 1818.

Nel 2011, quindi, abbiamo celebrato i 200 anni dalla prima pubblicazione di Sense and Sensibility (Ragione e Sentimento), avvenuta il 30 ottobre 1811.
Per Jane Austen, si trattò di un importante traguardo poiché per la prima volta una sua opera vedeva finalmente la luce nel mercato editoriale, facendo di lei ciò che aveva sempre sognato e perseguito per decenni, cioè un’autrice pubblicata. Non poteva saperlo ma quel 30 ottobre sarebbe diventato una data storica nella letteratura mondiale, poiché sarebbe stato il primo di altri appuntamenti con il suo pubblico di lettori, i quali sarebbero aumentati nel tempo e nell’apprezzamento, fino a fare di lei, duecento anni dopo, una dei più grandi scrittori della Storia dell’umanità, celebrata e studiata in ogni angolo del pianeta.

JASIT è nata nel 2013 in occasione di un altro Bicentenario importante, quello di Orgoglio e Pregiudizio, perciò non è stato possibile festeggiare a modo nostro la prima pubblicazione assoluta nel 2011. Oggi, recuperiamo quell’importante pietra miliare nel calendario austeniano.

In occasione del bicentenario della pubblicazione di Ragione e Sentimento nell’ottobre del 2011, la Jane Austen Society of Italy (JASIT) desidera rendere omaggio a questo capolavoro e alla sua Autrice con un’edizione speciale, continuando la serie iniziata nel 2013 con Orgoglio e pregiudizio e proseguita con Mansfield Park nel 2014 ed Emma 2015. Di seguito, tutti i dettagli.

Continua a leggere

Due pollici d’avorio Numero 6. Anteprima

Tra un mese, il 15 ottobre 2016, i Soci della Jane Austen Society of Italy riceveranno il sesto numero di Due pollici d’avorio, la rivista quadrimestrale di JASIT.
Tutti gli articoli sono pronti per l’impaginazione e Petra Zari ha già iniziato il suo lavoro di arricchimento artistico.

banner DPDA 2016In questo Numero potrete leggere, oltre al consueto Editoriale della Direttrice della rivista, Mara Barbuni, un contributo della scrittrice Nadia Terranova (autrice, tra gli altri, del romanzo Gli anni al contrario, edito da Einaudi), che ha preparato per noi un contributo sul provincialismo in Jane Austen e in particolare in Northanger Abbey; un articolo della nostra affezionata Luana Solla, che ci ha regalato una passeggiata di parole tutta «green», dedicata ai giardini di Jane Austen a Chawton e di Virginia Woolf a Monk’s House; uno studio della scrittura epistolare nell’Inghilterra del XVIII secolo a firma di Roberta Zanasi; un articolo di Jane Odiwe (autrice inglese di derivati austeniani, come per esempio il gradevole Searching for Captain Wentworth) che rintraccia il passaggio di Jane Austen a Bath. A firma di noi fondatori di JASIT troverete inoltre, di Silvia Ogier, un articolo molto interessante dedicato agli strumenti con cui si “creavano” le lettere e in che modo queste arrivavano a destinazione; di Giuseppe Ierolli un lavoro dedicato a Sanditon; di Gabriella Parisi un contributo alla sua consueta rubrica sulla danza; e di Mara Barbuni un pezzo in cui si “visualizzano” le opere di Jane Austen attraverso lo sguardo di un celebre pittore a lei contemporaneo, John Constable.

Vi ricordiamo che chiunque può proporre un articolo per Due pollici d’avorio. Se avete un pezzo che ritenete “sulla stessa lunghezza d’onda” della nostra rivista e volete sottoporlo alla nostra valutazione inviatelo quanto prima a info@jasit.it. Scriveteci anche se avete solo un’idea e volete discuterla con noi!

Le norme redazionali per la compilazione dei nostri articoli si trovano qui.
La scadenza per la consegna degli articoli finiti per il Numero 7 è il 31 dicembre p.v.

Pubblicazioni: Annuario JASIT 2015

Cari Soci e Lettori di JASIT,

come ogni gennaio, vi invitiamo a leggere gli articoli pubblicati nell’anno appena concluso contenuti nell’Annuario JASIT 2015, sempre accessibili nella pagina “Pubblicazioni JASIT”. Nella stessa sezione potete scaricare i file PDF di tutti gli Annuari a partire dal 2013.
Qui la copertina dell’Annuario 2015:
Annuario JASIT 2015Vi ricordiamo che nella stessa pagina sono elencate tutte le nostre pubblicazioni, sia quelle in formato cartaceo da acquistare, sia quelle scaricabili gratuitamente in formato PDF.

Buon anno e buona lettura!

Due pollici d’avorio, 4: Numero Speciale su “Emma” – Anteprima

Tra un mese, il 15 febbraio 2016, i Soci della Jane Austen Society of Italy riceveranno il quarto numero di Due pollici d’avorio, la rivista quadrimestrale di JASIT.
Tutti gli articoli, firmati da noi Soci fondatori e da autori ospiti, sono pronti per l’impaginazione, e Petra Zari ha già iniziato il suo lavoro di arricchimento artistico.

Ecco l’indice del Numero in preparazione, particolarmente corposo, perché comprende anche i tre articoli vincitori del concorso di saggistica di JASIT, Emma, duecento anni dopo”.

Introduzione. Gli “strati” di Emma
di MARA BARBUNI

Emma e le sfide dell’ospitalità
di DIEGO SAGLIA

La «grande chiacchierona»: zitelle e stereotipi in Emma
di CORRIE L. JACOBS (a cura di Angela Sileo)

Quello che in Emma non dicono
di MARA BARBUNI

Il ballo in Emma di Jane Austen
di SUSANNAH FULLERTON (a cura di Gabriella Parisi)

Gli adattamenti di Emma 
di CAROLINA GUARIENTI

Emma in italiano
di GIUSEPPE IEROLLI

“Quell’eccellente Miss Bates”: tra comicità e dramma, tra realtà e finzione
di SILVIA OGIER

Sezione speciale: I saggi vincitori del concorso di saggistica “Emma, duecento anni dopo”

1) Emma, un percorso tortuoso
di ELENA DARDANO
2) Il potere della passività e il «povero» Mr. Woodhouse
di ELISA ZIROTTI
3) L’impronta della famiglia sui personaggi di Emma
di MARIA CRISTINA CALANNA

Fino al 31 gennaio potete prenotare il Volume Annuale cartaceo di Due pollici d’avorio 2015. Tutte le informazioni per ottenerlo su http://www.jasit.it/novita-volume-annuale-2015-due-pollici-davorio-carta/

I-IV di copertina DPdA Anno 1 - 2015

Ricordiamo infine che chiunque può proporre un articolo per Due pollici d’avorio. Se avete un pezzo che ritenete “sulla stessa lunghezza d’onda” della nostra rivista e volete sottoporlo alla nostra valutazione inviatelo quanto prima a info@jasit.it. Scriveteci anche se avete solo un’idea e volete discuterla con noi!
La scadenza per la consegna degli articoli finiti per il Numero 5 è il 30 aprile p.v.

Emilia Bassi: “La vita e le opere di Jane Austen”

Jane Austen è arrivata piuttosto tardi in Italia: la prima traduzione è del 1932 (Pride and Prejudice col titolo Orgoglio e prevenzione, tradotto da Giulio Caprin per Mondadori) e il percorso della critica è stato altrettanto lento. Il primo contributo che si conosce è quello di Emilia Bassi, che, nel 1914, scrisse un saggio pubblicato dalla Libreria Editrice E. Mantegazza di Roma: La vita e le opere di Jane Austen e George Eliot. Poi, l’anno successivo, Emilio Cecchi, nel primo volume della sua Storia della letteratura inglese nel secolo XIX, pubblicata dai Fratelli Treves, dedicò alcune pagine all’autrice inglese.

Il frontespizio dell'originale e la copertina dell'edizione JASIT

Il frontespizio dell’originale e la copertina dell’edizione JASIT

Il libro di Emilia Bassi è rimasto praticamente ignorato, tanto che attualmente ne esistono solo tre copie nelle biblioteche italiane, in Emilia, a San Giovanni in Persiceto, a Firenze e a Roma. Nella bibliografia austeniana curata da David Gilson (A Bibliography of Jane Austen, Clarendon Press, Oxford, 1982) il volume è descritto a pag. 524, con il numero “M326” ed è segnalata anche una recensione sul Times Literary Supplement del 19 luglio 1917.

Con la collaborazione della biblioteca emiliana e di Biblioteca Salaborsa di Bologna, abbiamo reperito il testo del saggio, che, limitatamente alla parte riguardante Jane Austen, abbiamo trascritto, annotato e reso disponibile in un file PDF che potete scaricare nella pagina delle “Pubblicazioni JASIT“.
La trascrizione e le note sono di Giuseppe Ierolli, mentre per alcune considerazioni sul testo di Emilia Bassi vi rimandiamo all’Introduzione di Mara Barbuni.

Buona lettura.