JASIT e Jo March presentano:
“Welcome to Austenland Blog Tour”

Banner-Welcome-to-AustenlandCari Soci e Lettori di JASIT,

quest’oggi vi presentiamo un’iniziativa resa possibile grazie alla collaborazione con la casa editrice Jo March e pensata per voi, lettori e sostenitori della Jane Austen Society of Italy, con l’intento di premiare l’entusiasmo e la partecipazione con cui ci seguite e magari allargare il contagio positivo nel vasto oceano del web.

Sono passati quasi due anni dal 16 dicembre 2013, 238° compleanno di Jane Austen e giorno in cui la casa editrice Jo March pubblicava la prima edizione italiana di Jane Austen: i luoghi e gli amici, prezioso volume riscoperto e tradotto da noi di JASIT e diario di viaggio scritto e disegnato dalle sorelle Constance ed Ellen Hill, oggi, una testimonianza e una “guida” cara a ogni Janeite che lo abbia letto.
Certi del valore e dell’utilità dei contenuti del libro, abbiamo deciso di rinnovare il passaparola tra i lettori organizzando un vero e proprio Blog Tour coinvolgendo i blogger più sensibili al tema “Austen” e che, non dubitiamo, vi convinceranno a seguirci in questo viaggio virtuale sulle orme delle scrittrice inglese…

SIETE TUTTI INVITATI AL BLOG TOUR “WELCOME TO AUSTENLAND”! Continua a leggere

Jane Austen Regency Week
Eventi e celebrazioni in Austenland

Jane Austen Regency WeekCari Soci e Lettori,

molti di voi conosceranno già l’evento e sapranno come approfittarne, ma a coloro che si troveranno a Alton o Chawton o in qualche zona dello Hampshire tra il 20 e il 28 Giugno, consigliamo vivamente di sfruttare una tale fortunata coindenza e partecipare alla Jane Austen Regency Week!

992804_421839397931128_938577377_n Continua a leggere

Tre Borse di Studio… per Jane Austen!

Jane Austen Society of North AmericaCari Soci e Lettori di JASIT,

quest’oggi vogliamo informarvi di una rara opportunità aperta a tutti gli studenti interessati allo studio di Jane Austen e abili alla lingua inglese, requisiti necessari per partecipare all’Essay Contest annuale organizzato dalla Jane Austen Society of North America (JASNA).

La scadenza è – purtroppo – molto vicina, il prossimo 15 Maggio, ma l’impresa potrebbe non essere poi così ardua visto che si richiede un saggio di 6-8 pagine, il cui argomento sia una riflessione sull’opera della Austen, titolo del tema “Living in Jane Austen’s World”, da scriversi esclusivamente in lingua inglese. Il soggetto apre una quantità di approfondimenti: dall’analisi degli scritti, a quella dei personaggi, dalle tematiche trattate al background storico-sociale, dalla delineazione dei caratteri al punto di vista ironico della scrittrice, infine, l’influenza di quest’ultima sulla letteratura successiva, come sul panorama culturale e sociale che ne fa tutt’oggi un fenomeno intramontabile.
Continua a leggere

Sondaggio Due pollici d’avorio e Pubblicazioni JASIT

sondaggio-jasitCari Soci e Lettori di JASIT,
quest’oggi vi proponiamo un sondaggio che ci riguarda personalmente. Come sapete, teniamo molto al vostro parere e alla vostra partecipazione, poiché – lo ribadiamo una volta di più – JASIT siete soprattutto voi.
A partire dallo scorso Febbraio, ogni Socio ha ricevuto di seguito alla propria iscrizione, il primo numero di Due pollici d’avorio, la rivista quadrimestrale della nostra associazione; abbiamo riscosso già alcuni pareri positivi in merito ai contenuti e all’aspetto grafico che ci hanno onorato e convinti di aver fatto un buon lavoro, ma ai fini di venire incontro ai vostri desideri, quest’oggi vi chiediamo di rispondere a un sondaggio il cui esito ci aiuterà a migliorare.
Abbiamo pensato di dedicare un sondaggio alla sola rivista Due pollici d’avorio cui potranno, ovviamente, rispondere i soli soci e un secondo breve sondaggio dedicato alle pubblicazioni JASIT gratuite che proponiamo online periodicamente, cui potranno rispondere tutti i lettori. A voi la parola! Continua a leggere

Buon Compleanno JASIT!

Compleanno JASIT

Alcune delle iniziative e pubblicazioni JASIT dello scorso anno – 2014

Cari Soci e Lettori di JASIT,

oggi è un giorno speciale per la Jane Austen Society of Italy e vogliamo condividere i festeggiamenti con tutti voi.
Esattamente due anni fa, il 28 Gennaio 2013, data coincidente col Bicentenario di Orgoglio e pregiudizio, nasceva questa associazione e il nostro sogno condiviso prendeva finalmente forma nella realtà.
Oggi, ripensiamo a quegli inizi titubanti sorridendo dei timori e delle ansie che ostacolavano talvolta la realizzazione del nostro desiderio comune; eppure, questi due anni colmi di eventi, conoscenze, iniziative e, soprattutto, dell’insperato entusiasmo di tutti voi soci e lettori, ci hanno convinti di aver creato qualcosa che mancava nel panorama culturale italiano, di esser riusciti a dissetare l’interesse e la passione per un’importante penna della Letteratura, nonché a far (finalmente) sedere su quello scranno vuoto tra i Grandi, l’esile arguta figura dell’ineguagliabile Jane Austen.

Le moltissime iniziative che abbiamo creato e/o che ci hanno coinvolto soprattutto in quest’ultimo anno ci hanno arricchito, incoraggiato a continuare e grazie anche al vostro sostegno abbiamo in programma altrettante nuove idee per il prossimo futuro, alcune delle quelle vi coinvolgeranno personalmente, ma vi sveleremo ogni cosa a tempo debito.
Per il momento, ci preme ringraziarvi per la fiducia e l’entusiasmo che sempre vi accompagna, e ricordiamo ai nostri neo-soci che il 14 Febbraio a Bologna ci sarà la prima Assemblea Soci (qui tutte le specifiche per partecipare) con qualche sorpresa al seguito fra cui un’anteprima del primissimo numero della rivista a voi riservata Due pollici d’avorio.
Ricordiamo poi ai nostri lettori che le Iscrizioni a JASIT per il 2015 sono ancora aperte se volessero aggiungersi alla rosa (sempre più ampia) degli associati (qui tutte le informazioni per iscriversi).

Grazie per la vostra fedeltà, VOI, come noi, SIETE JASIT perciò
BUON COMPLEANNO A TUTTI NOI!
Soci Fondatori e membri del Consiglio Direttivo di JASIT!

Una nuova pagina: Dicono di JASIT

diconodinoiVista la diffusione e il successo che sta riscuotendo la nostra associazione, grazie alla campagna Iscrizioni 2015 (in pieno fervore!), al passaparola di neosoci e lettori, a una crescente curiosità e coinvogimento di web magazine, blog e siti che parlano di noi, abbiamo deciso di raccogliere in una pagina dedicata gli articoli, le interviste, le menzioni che riguardano JASIT, oltre che per fare archivio, anche per ringraziare coloro che hanno voluto approfondire la nostra conoscenza e promuovono le nostre attività.

La nuova pagina la troverete nel menù principale e sarà in continuo aggiornamento,
potete accedervi subito da il link seguente:

> Dicono di JASIT

Prima di salutarvi ringraziandovi della vostra attenzione, vi invitiamo a scriverci un’email qualora voleste segnalarci un articolo su JASIT non ancora elencato nella pagina suddetta e che, secondo voi, merita di esservi incluso.
Ringraziandovi fin d’ora, vi auguriamo come sempre, una buona navigazione!

I Watson ‘in visita’ a casa di Jane Austen

The Watsons – Jane Austen manuscriptLe jeu des mots titolo di questo articolo non potrebbe essere più azzeccato poiché un evento straordinario sta avendo luogo in questi giorni a ‘Casa Austen’, uno degli undici libretti del prezioso manoscritto de I Watson (The Watsons), proveniente dalla Biblioteca Bodleian di Oxford, è giunto in visita al Jane Austen’s Museum di Chawton, a disposizione di tutti i fortunati ospiti che parteciperanno all’eccezionale esposizione e al programma di eventi a questa collegati. Continua a leggere

Jane Austen incontra Doctor Who? – Il TARDIS realizza il sogno di ogni Janeite!

    È una verità universalmente riconosciuta che un Pazzo in possesso di una Cabina Blu debba avere bisogno di una Compagna.

È una verità universalmente riconosciuta che un Pazzo in possesso di una Cabina Blu debba avere bisogno di una Compagna.

Cari lettori di JASIT,
vi starete chiedendo cosa può unire nel medesimo titolo la più amata scrittrice inglese di tutti i tempi e il personaggio – enigmatico per definizione – della più longeva delle serie TV fantascientifiche, dato che, a prima vista, sembrano avere in comune soltanto l’identità very british.
Da Janeite e Whovian (definizione che individua gli appassionati di Doctor Who?) mi diverto a trovare connessioni tra questi due ‘mondi’ apparentemente distanti: da un lato, la lontana, immutabile campagna inglese raccontata da Miss Austen; dall’altro, l’avventuroso, relativista, fantascientifico spazio-tempo di Doctor Who. Un incontro impossibile, direte, ma non quando lo spazio e, soprattutto, il tempo, entrano in gioco!

Continua a leggere

Due passi per Austenland: Chawton, l’ombelico del mondo austeniano

Quanto a noi va bene ogni cosa;
Come leggerai in una spontanea prosa. –
La penna di Cassandra dirà come stiamo,
Le molte comodità che ci aspettiamo
Qui a Chawton, e quante ne troviamo già
Per soddisfare la nostra intimità;
E di come sappiamo, che una volta finita
Di tutte le altre Case sarà meglio fornita
Che siano mai state costruite o restaurate,
Con stanze ristrette, o stanze dilatate.
(Lettera 69, da Jane a Francis Austen, 26 luglio 1809 – traduzione di G. Ierolli, fonte completa qui)
Chawton-Cottage2In seguito alla triste dipartita di Mr. Austen (21 gennaio 1805) e dopo aver abitato per circa tre anni a Southampton, il 7 luglio del 1809, Jane si trasferì a Chawton, un piccolo paese dello Hampshire, assieme alla madre, la sorella e l’amica Martha Lloyd, per prendere definitiva residenza nell’abitazione di proprietà del fratello Edward, universalmente conosciuta come ‘Chawton Cottage’.

La nuova abitazione, che, pur nella sua manifesta semplicità, si affaccia su un incrocio di strade sempre molto animato, diviene in questi anni il punto d’osservazione prediletto di Jane: la sedia e il modesto tavolino presso la finestra del soggiorno, delineano il profilo più familiare nell’immaginario dei cultori della Austen, un’iconografia, potrei ardire, che corrisponde al suo talento più grande: the observation of human nature (l’osservazione dell’animo umano).
L’entusiasmo di Jane nel ritornare finalmente nell’amato Hampshire, dopo gli anni tribolati che dal 1801 l’avevano allontanata dalla contea natia, è evidente e l’attività letteraria che ne consegue lo dimostra a pieno. La poesia dedicata al fratello Frank – di cui sopra leggete un estratto – risale a pochissimo tempo dopo l’insediamento a Chawton Cottage, ciononostante si avverte già il cambiamento positivo nello stato d’animo di Jane, si percepisce l’inizio di quello che sarà il periodo più creativo, quanto decisivo, per la sua scrittura. Continua a leggere

Morte a Pemberley di P.D. James in Libreria

morte-a-pemberley_pd_james-223x300Uscito in Inghilterra lo scorso novembre, il mystery ispirato ad Orgoglio e pregiudizio firmato P.D. James, Morte a Pemberley, è disponibile dal 22 gennaio 2013 anche in Italia, edito da Mondadori.

In questo romanzo, la famosa autrice di gialli rende omaggio con la propria arte all’amatissima Jane Austen,  e ci (si) regala una sorta di divertissement: un sequel di Orgoglio e Pregiudizio in cui Mr e Mrs Darcy, sei anni dopo i fatti narrati nell’originale austeniano, vedono le ombre di Pemberley profanate da un delitto…

***
Scheda del libro
Morte a Pemberley
(Titolo originale: Death comes to Pemberley)
di P.D. James
Editore: Mondadori – Omnibus
Traduzione: Maria Grazia Griffini
Pubblicazione: 22 gennaio 2013
Pagine: 348, cartonato con sovracoperta
ISBN: 9788804623281
Prezzo: 18,50 euro – Ebook 9,99 euro

Sinossi
Profonda estimatrice di Jane Austen, P.D. James sceglie di confrontarsi con la sua opera più nota, Orgoglio e pregiudizio, rivisitandola con originalità e rispetto e conferendole il suo tocco inconfondibile con una sorprendente trama gialla.

Inghilterra, 1803. Sono passati sei anni da quando Elizabeth e Darcy hanno iniziato la loro vita insieme nella splendida tenuta di Pemberley. Elizabeth è felice del suo ruolo di padrona di casa ed è madre di due bellissimi bambini. La sorella maggiore Jane, cui lei è legatissima, vive nelle vicinanze insieme al marito Charles, vecchio amico di Darcy, e il suo adorato padre, Mr Bennet, va spesso a farle visita.
Ma in una fredda e piovosa serata d’ottobre, mentre fervono gli ultimi preparativi per il grande ballo d’autunno che si terrà il giorno successivo, l’universo tranquillo e ordinato di Pemberley viene scosso all’improvviso dalla comparsa di Lydia, la sorella minore di Elizabeth e Jane. In preda a una crisi isterica la giovane donna urla che suo marito, l’ambiguo e disonesto Wickham, non gradito a Pemberley per la sua condotta immorale, è appena stato ucciso proprio lì, nel bosco della tenuta.
Di colpo, l’ombra pesante e cupa del delitto offusca l’eleganza e l’armonia di Pemberley, e i protagonisti si ritrovano loro malgrado coinvolti in una vicenda dai contorni drammatici.
Grande conoscitrice delle ambiguità dell’animo umano, P.D. James con Morte a Pemberley firma un romanzo giallo di grande atmosfera, regalando una seconda vita agli indimenticabili personaggi di uno dei classici più amati della letteratura.

(Fonte: Mondadori)

PD-James-243x300L’Autrice
P. D. James è nata a Oxford il 3 agosto del 1920, ultima figlia di un ufficiale dell’esercito. La famiglia si trasferì a Cambridge e a 11 anni frequentò la scuola superiore per ragazze di Cambridge. Lavorò per il servizio nazionale per la salute tra il 1949 e il 1968 e per il servizio civile fino al 1979 per poi diventare scrittrice a tempo pieno. È’ stata amministratrice per la BBC tra il 1988 e il 1893 e presidente del Literature Advisoryu Panel per il British Council e per l’England Arts Council. È stata premiata con l’OBE nel 1983 ed è stata insignita Pari del regno a vita (baronessa James di Holland Park) nel 1991.

Link Utili
Leggi il primo capitolo online