Entrata gratuita al Jane Austen’s House Museum per i Soci JASIT

Chawton Cottage - Jane Austen's House Museum

Se, per le prossime vacanze, state programmando una visita alla  casa di Jane Austen a Chawton, non dimenticate di mettere in valigia anche la vostra tessera JASIT.
Anche per il 2016, infatti, il Jane Austen’s House Museum riconosce un trattamento speciale agli iscritti alla Jane Austen Society of Italy: l’entrata gratuita.

Il cottage in cui la scrittrice visse gli ultimi, intensi otto anni della propria vita è oggi un museo che attira visitatori da tutto il mondo in quanto meta fondamentale nei viaggi dei suoi ammiratori: da questa casa, infatti, “tutte le sue opere furono affidate al mondo”(*) poiché qui prese vita la pubblicazione dei romanzi canonici.
Stabilitasi in questo angolo della contea dello Hampshire nel luglio del 1809, Jane Austen ritrovò l’ispirazione dopo un lungo periodo di blocco creativo e rivide Ragione e Sentimento, Orgoglio e Pregiudizio e L’Abbazia di Northanger, compose Mansfield Park, Emma e Persuasione, e iniziò Sanditon.
Dal 1949, anno di inaugurazione del Jane Austen’s House Museum, nel cottage è stata progressivamente ricreata l’ambientazione dei tempi in cui Jane, la madre e a sorella Cassandra vi abitavano, e la collezione di oggetti o manoscritti si è accresciuta.
Il pezzo più affascinante forse resta proprio il minuscolo tavolino di mogano accanto alla luminosa finestra della dining room al piano terra, sul quale Jane Austen era solita scrivere. Visitare questa dimora è un’esperienza davvero unica e imperdibile.

Lo scrittoio di Jane Austen al Jane Austen's House Museum, Chawton, Hampshire

Questa convenzione è riconosciuta al Socio JASIT che presenta la propria tessera JASIT alla cassa del museo all’entrata, ed è valida fino al 31 dicembre 2016.

Buona visita!

Per saperne di più
Come iscriversi alla Jane Austen Society of Italy e diventare SOCI JASIT (ci si può iscrivere, o regalare l’iscrizione,  in qualunque momento dell’anno)
Informazioni su DUE POLLICI D’AVORIO, la rivista quadrimestrale riservata ai Soci JASIT
ARTICOLI su jasit.it dedicati a Chawton
Sito del Jane Austen’s House Museum, Chawton, Hampshire


(*) Constance Hill, Prefazione alla terza edizione in Jane Austen. I luoghi e gli amici, 2013, Jo March

Commenta con Facebook

Due pollici d’avorio, Numero 5 – Anteprima

Tra un mese, il 15 giugno 2016, i Soci della Jane Austen Society of Italy riceveranno il quinto numero di Due pollici d’avorio, la rivista quadrimestrale di JASIT.
Tutti gli articoli sono pronti per l’impaginazione e Petra Zari ha già iniziato il suo lavoro di arricchimento artistico.

banner DPDA 2016Ecco l’indice del Numero in preparazione:

Editoriale
Mara Barbuni

Dalla paleontologia a Chawton: confessioni di una Janeite
Femke Holwerda 

Si chiamerà Jenny…
Giuseppe Ierolli

Lezioni di ballo
Gabriella Parisi

Un senso di appartenenza: classe sociale e discriminazione negli adattamenti filmici di Pride and Prejudice di Jane Austen
Marta Piazza et al.

Sophy, la «nuova» Emma
Romina Angelici

«The Scottish Jane Austen»: Susan Edmonstone Ferrier e la costruzione di un mito
Angela Sileo

Libri nei libri: Jane Austen e la lettura
Mara Barbuni

 

Vi ricordiamo che chiunque può proporre un articolo per Due pollici d’avorio. Se avete un pezzo che ritenete “sulla stessa lunghezza d’onda” della nostra rivista e volete sottoporlo alla nostra valutazione inviatelo quanto prima a info@jasit.it. Scriveteci anche se avete solo un’idea e volete discuterla con noi!

La scadenza per la consegna degli articoli finiti per il Numero 6 è il 30 agosto p.v.

Commenta con Facebook

Mansfield Park di Patricia Rozema di nuovo sul grande schermo

Sabato 21 maggio 2016 sarà l’ultima occasione di quest’anno per vivere una appassionante matinée cinematografica dedicata a Jane Austen.
Il settimo appuntamento con la rassegna austeniana organizzata dal Jane Austen Book Club di Biblioteca Salaborsa e JASIT, si terrà alle ore 10:30, presso il Cinema Lumière, in piazzetta Pier Paolo Pasolini, dover verrà proiettato sul grande schermo il film

Mansfield Park
diretto da Patricia Rozema, un film Miramax del 1999
(in italiano – durata 112 min.)

740full-mansfield-park-poster Continua a leggere

Commenta con Facebook

Gruppo di lettura JABC – Shopping con Jane Austen e In viaggio con Jane Austen. Inizio lettura

Il prossimo incontro del Jane Austen Book Club di Biblioteca Salaborsa di Bologna in collaborazione con JASIT si interesserà ancora una volta di Austenmania, presentandoci le due “Jane Austen Addicts” (Jane-Austen-dipendenti) di Laurie Viera Rigler, che compiono un viaggio nel tempo – rispettivamente all’indietro in Shopping con Jane Austen, e in avanti con In viaggio con Jane Austen –, prendendo l’una il posto dell’altra.
Sarà divertente scoprire come sia difficile per le Jane-Austen-dipendenti di oggi vivere nel mondo di Jane Austen e delle sue eroine, e come sia invece tanto più facile per le moderate ammiratrici dell’Ottocento diventare delle fan accanite di film e sceneggiati!

Ne parleremo insieme il 4 giugno 2016 alle 16, presso l’Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, piazza del Nettuno 3, Bologna.

shoppingin_viaggio_con_jane_austen_rigler_sperling_kupfer

– Come reperire i libri?
I romanzi di Laurie Viera Rigler sono tradotti da Enrica Budetta e pubblicati da Sperling & Kupfer, e sono reperibili nelle librerie online o fisiche.

– Approfondimenti e condivisione
Jane Austen Book Club di Salaborsa/JASIT, presentazione del ciclo 2015-16
Pagina Facebook del JABC Salaborsa/JASIT
JABC Salaborsa/JASIT 2015-16 sul sito di Biblioteca Salaborsa Bologna
Conoscere Jane Austen sul sito di JASIT
Edizioni italiane delle opere di Jane Austen sul sito di JASIT per scegliere tra le tante edizioni italiane
Bibliografia italiana di opere dedicate a Jane Austen sul sito di JASIT saggi e approfondimenti
Bibliografia dei libri dedicati a Jane Austen presenti nel catalogo di Salaborsa

Jane Austen Book Club, il gruppo di lettura di SalaBorsa e JASIT– Materiali da scaricare
Il volantino con il calendario e i dettagli del JABC Salaborsa/JASIT 2015-16
Il segnalibro origami del JABC Salaborsa/JASIT in italiano
Il segnalibro origami del JABC Salaborsa/JASIT in inglese

– Incontro con Shopping con Jane Austen e In viaggio con Jane Austen di Laurie Viera Rigler.
4 giugno 2016 ore 16 – presso Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, piazza del Nettuno 3, Bologna.

Commenta con Facebook

Una giornata dedicata a Jane Austen in Biblioteca Salaborsa|Bologna, 9 aprile 2016

Lo scorso 9 aprile, per JASIT è stata una giornata intensa ed importante, tutta all’insegna di Jane Austen, con iniziative ad ingresso libero (con la sola eccezione dell’afternoon tea offerto da JASIT ai Soci, dopo l’Assemblea annuale) tenutesi tutte all’interno di una delle istituzioni culturali più importanti della città di Bologna, la Biblioteca Salaborsa.

Ogni tappa di questa giornata austeniana è stata molto partecipata da parte di tutti, sia tra il pubblico sia tra coloro che hanno fattivamente dato vita ai diversi appuntamenti. Fin da queste prime battute, vorrei rivolgere i miei ringraziamenti personali alla Biblioteca, che ancora una volta ci ha sostenuto in ogni momento, nonché al folto gruppo di persone con cui abbiamo condiviso un’intera giornata di riflessioni ed emozioni intorno alla figura della geniale scrittrice inglese.

Ritratto di Jane Austen, eseguito da Cassandra Austen Jasit Logo

Di seguito, il racconto di questi eventi, tra parole e immagini. Per chi non c’era ma anche per chi c’era e desidera tornare con la mente alle suggestioni del nostro 9 aprile austeniano. Buona lettura!

Continua a leggere

Commenta con Facebook

Morte a Pemberley, P.D. James e Jane Austen | Resoconto del Jane Austen Book Club 9 apr. 2016

160409_jabc_morte-a-pemberleyDopo aver parlato dei derivati austeniani in generale, partendo da quello che viene considerato il capostipite di tutti i romanzi di questo genere, Vecchi amici e nuovi amori (Old friends and new fancies) di Sybil G. Brinton, abbiamo scelto di dedicare un incontro del Jane Austen Book Club di Biblioteca Salaborsa di Bologna e JASIT a uno dei derivati austeniani che eccellono per la qualità della scrittura: Morte a Pemberley (Death comes to Pemberley) della giallista inglese P. D. James.
Il romanzo, che come da tradizione pdjamesiana ruota intorno a un evento di morte violenta, brilla soprattutto per altri aspetti narrativi – in particolare, il talento nella rievocazione delle ambientazioni e dello spirito della società austeniana, e l’introspezione psicologica dei personaggi.
Ne abbiamo parlato il 9 aprile 2016 in Biblioteca Salaborsa a Bologna, a conclusione di una giornata interamente dedicata a Jane Austen (e di cui vi daremo presto un resoconto). Ad introdurre il romanzo ed avviare la conversazione è stata la nostra Mara Barbuni, che qui mette il proprio intervento a disposizione delle lettrici e dei lettori di JASIT.

Ancora grazie a tutti coloro che hanno partecipato alla conversazione in Biblioteca Salborsa lo scorso 9 aprile e a chi leggerà questo articolo. Buona lettura!

Continua a leggere

Commenta con Facebook

Le sensazioni di Jane Austen in aprile

Traduciamo oggi un articolo di Diana Birchall apparso su Austen Variations il 12 aprile 2016, nell’ambito della rassegna All Things Austen in April, dal titolo Jane Austen’s Feelings in April.

Cosa significava il mese di aprile per Jane Austen? Un mese incostante, come ha fama di essere. Un mese di dichiarazioni, di emozioni burrascose, di delusioni d’amore, di attività di ogni genere…

Emma-illustration

Le sensazioni di Jane Austen in aprile
di Diana Birchall

“Se i vostri sentimenti sono ancora quelli che erano lo scorso aprile, ditemelo subito” comincia a dire Mr. Darcy, in uno dei più celebri e più attesi discorsi della letteratura inglese. “Il mio affetto e i miei desideri sono immutati, ma una vostra parola mi farà tacere per sempre su questo argomento.” [1]

La prima proposta di Mr. Darcy, quella che ebbe luogo a Hunsford in aprile, costituisce di certo una scena tempestosa se mai ce n’è stata una, e così ci rendiamo conto – ancora una volta – di come Jane Austen si occupasse di ogni dettaglio per ogni cosa che faceva nella sua arte! Continua a leggere

Commenta con Facebook

Ragione e sentimento di Ang Lee torna al cinema

Che ne dite di passare una bella mattinata austeniana per aprire in modo fantastico il week-end? Venite a Bologna, al Cinema Lumière, piazzetta Pier Paolo Pasolini, per una matinée cinematografica dedicata a Jane Austen. In occasione del sesto appuntamento con la rassegna austeniana organizzata dal Jane Austen Book Club di Biblioteca Salaborsa e JASIT, presso la Cineteca di Bologna sabato 16 aprile alle ore 10:30, assisteremo al film

Ragione e sentimento
diretto da Ang Lee, un film della Columbia Pictures del 1995
(in italiano – durata 136 min.)

9Wc8QgUeF9ApqOAEUFUHzMUBaOY

Con Emma Thompson nel ruolo di Elinor Dashwood, Kate Winslet in quello di Marianne, Alan Rickman come Colonnello Brandon e Hugh Grant nelle vesti di Edward Ferrars.

Si tratta di un film che ha ricevuto numerosi premi, tra cui spiccano il BAFTA e l’Oscar a Emma Thompson per la migliore sceneggiatura non originale. Siamo ormai abituati a vederlo e rivederlo sul piccolo schermo. Che effetto ci farà nel suo ambiente originale?

La proiezione in Cineteca è accessibile al prezzo ridotto di € 4.50 per chi presenta la tessera dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna (per sapere come ottenerla, anche da fuori Bologna, consigliamo di consultare la pagina dell’istituzione biblioteche di Bologna). Vi aspettiamo!

Per saperne di più
– Ulteriori dettagli e informazioni sono disponibili presso la Cineteca di Bologna tel. 051 2195311, ai punti informazione della biblioteca Salaborsa (mar-ven 10 > 19.30, sab 10 > 19) oppure scrivendo a info@jasit.it
Programma dell’intera rassegna cinematografica
Programma di letture del Jane Austen Book Club 2015-16

Commenta con Facebook

Gruppo di lettura JABC – inizio lettura Il dandy della Reggenza

Per il prossimo incontro del Jane Austen Book Club di Biblioteca Salaborsa di Bologna in collaborazione con JASIT abbiamo scelto uno dei tanti romanzi firmati da colei che è da molti considerata una “erede” di Jane Austen: Il dandy della reggenza di Georgette Heyer.

Ne parliamo insieme il 7 maggio 2016 alle 16, presso l’Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, piazza del Nettuno 3, Bologna.

heyer-dandy-piatta

– Come reperire il libro?
Il romanzo di Georgette Heyer è pubblicato da Astoria Edizioni ed è reperibile nelle librerie online o fisiche.

– Approfondimenti e condivisione
Jane Austen Book Club di Salaborsa/JASIT, presentazione del ciclo 2015-16
Pagina Facebook del JABC Salaborsa/JASIT
JABC Salaborsa/JASIT 2015-16 sul sito di Biblioteca Salaborsa Bologna
Conoscere Jane Austen sul sito di JASIT
Edizioni italiane delle opere di Jane Austen sul sito di JASIT per scegliere tra le tante edizioni italiane
Bibliografia italiana di opere dedicate a Jane Austen sul sito di JASIT saggi e approfondimenti
Bibliografia dei libri dedicati a Jane Austen presenti nel catalogo di Salaborsa

Jane Austen Book Club, il gruppo di lettura di SalaBorsa e JASIT– Materiali da scaricare
Il volantino con il calendario e i dettagli del JABC Salaborsa/JASIT 2015-16
Il segnalibro origami del JABC Salaborsa/JASIT in italiano
Il segnalibro origami del JABC Salaborsa/JASIT in inglese

– Incontro Il dandy della reggenza di Georgette Heyer
7 maggio 2016 alle 16 presso Auditorium Enzo Biagi di Biblioteca Salaborsa, piazza del Nettuno 3, Bologna.

– Incontro successivo:
4 giugno 2016
ore 16 – Shopping con Jane Austen e In viaggio con Jane Austen di Laurie Viera Rigler.

 

Commenta con Facebook

L’odiata Jane Austen

Bronte_CharlottePerché vi piace così tanto Miss Austen? Su questo sono perplessa. Che cosa vi ha indotto a dire che avreste preferito scrivere “Orgoglio e pregiudizio” o “Tom Jones” più di uno qualsiasi dei romanzi di Waverley? Non conoscevo “Orgoglio e pregiudizio” prima di aver letto quella vostra frase, e allora mi sono procurata il libro e l’ho studiato. E che cosa ci ho trovato? Un accurato e minuzioso ritratto di un volto ordinario; un giardino ben recintato e accuratamente coltivato, con confini ben delimitati e fiori delicati – ma nessun accenno a una fisionomia brillante, vivida – niente spazi sconfinati – niente aria aperta – nessuna collina azzurra – nessun torrente impetuoso. Non mi piacerebbe certo vivere con le sue dame e gentiluomini nelle loro case eleganti ma limitate. Queste osservazioni probabilmente vi irriteranno, ma correrò il rischio.
(Lettera di Charlotte Brontë a George Lewes)

La sola assenza dei libri di Jane Austen, di per sé, farebbe di una biblioteca che non contenga alcun libro una biblioteca quasi accettabile.
Ogni volta Mark_Twain_by_AF_Bradleyche leggo “Orgoglio e pregiudizio” mi viene voglia di dissotterrare Jane Austen e di colpirle il cranio utilizzando la sua tibia… è un vero peccato che le abbiano permesso di morire di morte naturale.
(Mark Twain)

I romanzi della Austen ci mostrano tutte le piccolezze e le banalità della vita: si limitano a riportare scrupolosamente quello che dicono e quello che fanno tutta una serie di personaggi rozzi, volgari e spiacevoli, la cui eccessiva verosimiglianza viene ben presto a noia.
(Anon. su Westminster Review, 1858)

La Austen caratterizza la propria personalità al posto dei propri personaggi. A mio modo di vedere lei è davvero inglese, nel senso più mediocre e snob del termine.
(D. H. Lawrence)

Ralph_Waldo_Emerson_ca1857_retouchedIn entrambe le storie che ho letto, l’unica problematicità cui l’autrice è riuscita a pensare è… il matrimonio. Tutto ciò che interessa a qualsiasi personaggio rappresentato è: “Avrà o non avrà (lui o lei, a seconda dei casi) la quantità di denaro necessaria a sposarsi? Sarà o non sarà conforme alle condizioni necessarie per convolare a giuste nozze?” Il suicidio sarebbe più rispettabile…
(Ralph Waldo Emerson)

Continua a leggere

Commenta con Facebook